Weekend lungo ad Edimburgo

Ricomincia oggi ufficialmente la rubrica sui miei viaggi.

In queste vacanze di Natale sono stata 3 giorni ad Edimburgo, in Scozia.

L’organizzazione del viaggio è iniziata a luglio quando, quasi per caso, abbiamo trovato un volo EasyJet che ci avrebbe portato nel Regno Unito a meno di 65 Euro a testa.

Subito dopo è partita la ricerca dell’hotel sull’insostituibile Booking.com. Ormai ho sviluppato un algoritmo per la scelta dell’hotel dove vado ad immettere nella tabella i parametri che ritengo importanti e do loro un peso rispetto alla media e mediana.

Mi spiego.

La prima selezione viene fatta direttamente su Booking.com (o altra piattaforma, non cambia niente), dove filtro le strutture in base a parametri irrinunciabili: bagno in camera, wi-fi, voto medio almeno 8, in centro. Metto i risultati in ordine di prezzo.

Inserisco i primi 10/15 risultati in una tabella Excel dove vado ad inserire:

  • distanza dal centro
  • dimensione
  • tipologia di camera (matrimoniale, doppia letti singoli)
  • colazione sì/no
  • voto
  • posizione
  • pulizia
  • qualità/prezzo
  • prezzo

Non è necessario utilizzare ogni volta tutti i parametri, ma quelli scelti devono essere presenti per tutte le strutture.

Alla tipologia di camera assegno un voto in base alle esigenze della specifica prenotazione: esempio, se viaggio con amici, la camera doppia con letti singoli è il top e prenderà 2 punti, mentre la matrimoniale va un po’ meno bene e si prenderà 1,5 punti o anche 1.
La colazione ha due possibili risposte: sì (1 punto), no (0 punti). Se la colazione è a pagamento, aggiunto il costo direttamente nel prezzo finale.
Chiaramente i punti assegnati possono essere diversi in base alle proprie esigenze.

Per gli altri parametri, essendo tutti quantitativi, calcolo media e mediana di ognuno: se il valore è migliore della media/mediana, prendi un punto, se è peggiore ne prendi zero. Chiaramente, nel caso del prezzo, il segno è opposto (è migliore il prezzo più basso).
Posso decidere di dare due punti (o -1) ai parametri più significativi.

A questo punto faccio la somma dei vari punteggi e ordino le strutture in modo decrescente. Condivido le prime tre classificate coi compagni di viaggio in modo che si possa scegliere insieme dove soggiornare.

Se non ci avete capito niente, i casi sono due:

  • Io non mi so spiegare, è risaputo
  • La matematica non è mai stata il vostro forte e, probabilmente, non lo sarebbe stato neanche la statistica

Comunque questo metodo di scelta ci è stato spiegato da un ingegnere ad un corso aziendale (l’argomento, se non ricordo male, erano proprio le decisioni complesse).

Dopo aver spiegato in maniera incasinata come ho fatto a scegliere l’albergo, vi dico che ho soggiornato allo Stay Central Hotel, nella parte vecchia della città. Spesa circa 90 € a testa per due notti, colazione compresa.

http://www.booking.com/Share-D5oKt1B

L’albergo è facilmente raggiungibile dalla fermata dell’Airlink 100 (quello che, in 30′, porta dall’aeroporto al centro della città, circa 9 €) a piedi, senza seguire le indicazioni di google maps che ti fanno fare un giro pazzesco su e giù dalle ripide scale.

Per visitare la città, visto che avevamo a disposizione solo due giorni e mezzo, abbiamo fatto il biglietto per il Tour in bus da 48 h che comprendeva anche l’ingresso al Britannia Royal Yacht, Holyrood Palace e al Castello. Il tutto per 68 €.

BRITANNIA ROYAL YACHT

È la barca che ha accompagnato i viaggi in mare dei reali britannici dal 1954 al 1997.
Il piano dei reali chiaramente è bello, con stanze separate per la Regina ed il Re Consorte.
Gli Ufficiali avevano delle brande, i sotto ufficiali delle amache sostituite poi con reti ribaltabili. Mi chiedo dove dormissero i mozzi!

PALACE OF HOYROODHOUSE

Palazzo legato a Maria Stuarda, ora residenza estiva dei Reali Britannici.

CASTELLO DI EDIMBURGO

È il simbolo di Edimburgo. Si erge sulle pendici di un vulcano spento.
Vista la sua posizione, era praticamente inespugnabile.

Se vi può interessare, i tre giorni ad Edimburgo mi sono costati in tutto 360 €, compreso il cibo e i souvenir!

Classificazione: 5 su 5.

Il mio obiettivo per il 2020 è prenotare due voli aerei con una spesa complessiva che non dovrà superare i 100 €. Ce la farò?

Intanto la prossima tappa sarà Lisbona…

Qui si seguito, invece, trovate le mie note al viaggio che ho preparato prima di partire, con note prese da diversi siti e blog di viaggi.

5 Replies to “Weekend lungo ad Edimburgo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...