I primi giorni della mia vacanza in America sono stati piuttosto intensi e con un programma che prevedeva oltre 1000 km.

Per questo ho proposto ai miei compagni di viaggio di inserire una tappa tecnica. La scelta è ricaduta su Finger Lakes, una zona al nord degli Stati Uniti nota per i suoi numerosi laghetti a forma di dita. Da qui il nome.

In particolare, noi abbiamo soggiornato a Geneva (Ginevra) sul lago Seneca.

Il motel scelto è stato il Microtel Inn and Suites by Wyndham – Geneva dove, per neanche 28€ a testa, abbiamo dormito in una camera quadrupla colazione compresa.

La località è carina, volendo si possono fare delle escursioni per vedere gli altri laghi e le foreste, ma la nostra era una tappa tecnica sita a circa 2 ore di distanza dalle Cascate del Niagara (da cui arrivavamo e da dove siamo ripartiti nel pomeriggio), quindi di fatto ci siamo fermati a dormire e poco più.

Dopo cena abbiamo fatto una passeggiata lungo il lago, un luogo tristissimo e popolato da ragni giganti e rospi. L’atmosfera era un mix tra Dawson’s Creek e un film noir con tanto di lago da cui emerge il cadavere (o il mostro).

Seneca Lake, lungolago
Seneca Lake, lungolago

Per la scarsa qualità delle immagini, ringraziamo tutti in coro il signor Apple. Queste sono le foto che fa un iPhone con scarsa luce.

Annunci