Tra meno di un mese, anzi, tra poco più di 20 giorni, inizieranno le Olimpiadi Invernali.

Se ne parla già non perché le Olimpiadi bianche abbiano lo stesso clamore mediatico di quelle estive, infondo su neve e ghiaccio non si gioca mica a calcio! Si terranno in Corea e le due Coree, Nord e Sud, sfileranno insieme.

Volevo fare l’elenco delle discipline, mettere il calendario, ma ci vuole troppo tempo… e poi tanto le 8 ore di fuso orario con la Corea, faranno sì che, o passiamo le notti insonni e non andiamo a lavorare, o non ci vediamo nemmeno le qualificazioni del curling.

Qualche edizione fa ci eravamo appassionati di bocc… curling. Le bocce sul ghiaccio… che, se ce le mettessero nei villaggi turistici ad agosto, ci giocheremmo ancora oggi appassionati. Poi del curling ci siamo dimenticati.

Soči, nel 2014, l’Italia ha fatto un mezzo disastro: zero ori, due argenti e sei bronzi. Gli argenti sono stati conquistati da Christof Innerhofer (a testa in giù nella foto) nello sci alpino (discesa libera) e Arianna Fontana nello Short track (500 m).

I bronzi:

  • Arianna Fontana Short track 1500 m femminile
  • Arianna Fontana, Lucia Peretti, Martina Valcepina e Elena Viviani Short track 3000 m staffetta femminile
  • Christof Innerhofer Sci alpino Supercombinata maschile
  • Carolina Kostner Pattinaggio di figura Pattinaggio di figura femminile
  • Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Dominik Windisch, Lukas Hofer Biathlon Staffetta mista 2×6 km + 2×7,5 km
  • Armin Zöggeler Slittino Singolo maschile

Questi risultati sono ben lontani dalle 20 medaglie (e 4° posto nel medagliere) del 1994 a  Lillehammer, ma lì, a vincere, c’erano Alberto Tomba, Debora Compagnoni e la 19enne Isolde Kostner.

Già che quest’anno si va in un posto che, per scrivere il nome, devo fare il copia incolla. Pyeongchang… ma che speranze ha l’Italia di portare a casa qualche medaglia?

Un sito che si chiama Gracenote Sports pare abbia previsto che l’Italia vincerà 6 medaglie (aggiornamento del 10 gennaio 2018). La cosa divertente è che fa anche i nomi, alla faccia dei virus intestinali, influenze e raffreddori che, in inverno, sono all’ordine del giorno.

Aspettate che ora ho trovato l’aggiornamento del 16 gennaio e le cose sono cambiate! L’Italia vincerà 8 medaglie, due in più di quelle pronosticate 6 giorni prima… probabilmente si sono accorti che qualche atleta avrà il cagotto, qualche donna sarà influenzata negativamente dal mal di pancia da ciclo e qualcuno sarà sfigato e basta.

La pagina è questa: http://sportsdemo1.gracenote.com/documentation/vmt#demo …nel caso facessero un nuovo aggiornamento a breve.

La medaglia d’oro è data a Dietmar Nöckler e Federico Pellegrino nel Cross Country Skiing uomini a squadre (Sprint Freestyle).

Le quattro medaglie di bronzo sono una per Sofia Goggia (Sci Alpino, Discesa Libera)

Dorothea Wierer, biathlon, 15 km individuale


Michela Moioli, snowboard coss


Pattinaggio di velocità, 16 giri, mass start (che non so cosa sia) Andrea Giovannini.

Veniamo ai bronzi che si aprono con Dominik Paris e la discesa libera di Sci Alpino.


Per il pattinaggio di figura il bronzo viene dato al singolo di Carolina Kostner


Il “luge” singolo che poi è lo slittino, viene assegnato a Dominik Fischnaller che, per esultare, al massimo tira su un pollice…

I pronostici sono fatti per essere smentiti, ma certo è che dobbiamo stare attenti alle bandierine, perché i nomi non ci aiuteranno a capire che si tratta di un nostro connazionale! Alle 2 di notte poi…

Ragazzi, in bocca al lupo… io dormirò, ma voi pensate a vincere!

Annunci