Questa canzone ce la ricordiamo solo io e Valentina.

Ma oggi non voglio parlare di musica, è solo il titolo che mi ha ispirato perché ultimamente sono stanca. Sarà la primavera, ma sono stanca.

Sono stanca di scrivere, blog, musica, recensioni.

Sono stanca di andare in palestra, ma se non ci vado sono stanca di più.

Ho sonno e vado a dormire sempre troppo tardi. Ma non ho problemi di insonnia. Mi addormento appena chiudo gli occhi.

Oriana va veloce, come Gianni.

Ma Oriana deve rallentare. Perché è primavera e le manca già il freddo dell’inverno che freddo non è stato per niente. Al Nord.

Gianni va veloce, Oriana no.

GIANNI VA VELOCE – OFFICINE PAN

Gianni va veloce
Veloce può rincorrere il vento
Nel tempo che va
Comunque sia la logica
Corre tra monti e più in là
Ritroverà il coraggio di andare
Ancora più su
E arriverà in un attimo
Parappaparapapappà
E arriverà in un attimo
Parappaparapapappà

Gianni guarda il mattino
E prende il primo sole sul viso
Che ride di già
È quasi primavera e i suoi sogni
Si fanno più veri
E tutto sembra assumere un senso
Nel vento che va
La ruota sembra un elica
Parappaparapapappà
La ruota sembra un elica
Parappaparapapappà

Gianni non è mai stanco
Di correre per tutto il mondo
Ed andrebbe più in là
Fino a toccare il sole, le stelle, la luna e chissà
Se la sua felpa termica
Va bene anche là
In giro sopra un’orbita
Parappaparapapappà
In giro sopra un’orbita
Parappaparapapappà

Gianni parla poco
E vede il mondo come potrebbe
Vederlo un marziano
E prende tutto quello che va
Così perché va
Perché la vita ha un senso
Se il senso non glielo si dà
E tutto va in discesa
Parappaparapapappà
E tutto è già più facile
Parappaparapapappà
Per Gianni tutto il resto lo è
Parappaparapapappà
E tutto è già più facile
Parappaparapapappà

Gianni è sempre convinto
Che le sue scarpe lucide
Sono le scarpe di un re
E aspetta un nuovo giorno
Che arriva un nuovo momento
Per correre in discesa e in salita
Ed il resto dov’è?
Per Gianni tutto il resto dov’è?

Annunci