Ho fatto il giudice e… ai ragazzi non piacciono più i tacchi alti

Questa mi mancava: ho fatto il giudice.

Nella vita, nel limite della legalità e del rispetto degli altri e di se stessi, bisogna provare tutto e martedì ho spuntato una nuova casellina.

Ho avuto l’occasione di fare il giudice ad un concorso, il @memolive.

Si tratta di un concorso musicale di cui, qualche tempo fa, avevo già parlato (LEGGI QUI).

È stata una sensazione strana sedere al tavolo dei giudici, davanti al palco, di fianco a gente che mastica musica tutti i giorni, che lo fa di professione e da tanti anni. Io non so cosa dire. Io prendevo appunti. Io avevo il dubbio che, se davo 100 al primo, se poi ne arrivava uno più bravo, come avrei fatto? Io che non volevo dare a nessuno meno di 60, perché chi sono io per dire fai schifo. Se come magazziniere hai un futuro, come cantante no. Ma tu provaci, perché sognare non costa niente ed è il primo passo per avere la realtà.

La serata è stata vinta da una band di Cesena, Sweet as Shit e questo è uno dei video che ho trovato sulla loro pagina youtube.

Dal vivo sono energici, si divertono e questo loro divertimento arriva candidamente a chi li ascolta. Uniscono le percussioni all’elettronica e offrono qualcosa che discosta dal classico prodotto commerciale a cui ci hanno abituati i talent show.

Invece gran parte dei ragazzi non fa altro che dimostrare poca personalità. Siamo in un mercato saturo dove tutti vogliono fare i cantanti, dove tutti, con un piccolo investimento, possono mettere la propria musica online. E in questo contesto, emergere, è ancora più difficile. Se ti piace Nesli, scrivi canzoni nello stile di Nesli e ti presenti con la cover de La Fine di Tiziano Ferro che l’ha scritta Nesli, mi arriva un solo messaggio: ti piace Nesli.
Se ti piace Destinazione Paradiso, canti come Grignani (ma senza averne la sofferenza, senza essere un “irrisolto” come lui), suoni la chitarra come Grignani e ti presenti con la sua canzone più famosa picchiettando sulla chitarra esattamente come fa Gianluca durante i live (e pure nell’album Il giorno perfetto). Potevi almeno osare con la strofa del ’99

non ti è mai successo di fermarti
per guardare indietro e vedere se
il mondo si è fermato lì con te
oppure ha girato lì all’angolo
per nascondersi
io lo faccio spesso e sai cos’è
è un fuoco che non scotta più perchè
non brucia più
non brucia più

Ma sapete cosa mi è dispiaciuto di più della serata? Nella giuria del concorso c’è anche Mescal, la casa discografica di Ermal Meta e, verso mezzanotte, Ermal è arrivato… solo che io, come Cenerentola, ero già pronta per tornare a casa.

Ermal Meta, al scorsa settimana, era primo nella classifica degli album più venduti. Alla faccia delle major.

…e mi perderò anche il live di maggio, perché sarò a Londra.

Se per caso passasse di qui qualcuno interessato ad iscriversi, metto il link per l’iscrizione… a titolo informativo, il form l’ho creato io!

FORM DI ISCRIZIONE

P.S. La serata da giudice è iniziata con la cena al Memo Restaurant di Milano ad un tavolo di artisti, tra cui Antonio Maggio (vincitore di X-Factor con gli Aram Quartet e di Sanremo Giovani) e Carlo Bolacchi (vincitore di Area Sanremo). La chicca della serata?

Ai ragazzi non piacciono più le ragazze che mettono i tacchi. (Antonio Maggio)

Quindi, donne, via libera a stivali, anfibi e sneakers! Le ballerine le lascerei stare.

15 Replies to “Ho fatto il giudice e… ai ragazzi non piacciono più i tacchi alti”

  1. Il problema è questo, e lo scrivo mentre MDM sta guardando Amici.
    Ecco, a me sembra di avere a che fare con “piccoli fans”.
    Mi piace Nesli, scrivo come Nesli, canto come Nesli. OK, ma tu NON SEI Nesli.
    Se voi avere un futuro, devi avere una tua personalità, un tuo stile.

    Ad Amici: ma tu mi porti la Bertè, ma non canti come lei.
    E grazie al c****, mica sono la Bertè.

    Ben vengano nuove leve, che magari con timidezza, ma portano avanti idee originali pur avendo magari un backgroung ben preciso.
    Nel senso che io posso anche vivere con Nesli nel cuore e nella mente, ma poi devo essere me stesso, pur ispirandomi a lui.

    Piace a 1 persona

      1. Infatti. E ce ne sono di ottime (quella degli Oasis è di una bravura unica).

        Piccoli Fans, ecco quello che sono il 95% dei ragazzi che si propongono nei talent e in concorsi vari. Poi ci sono anche delle pietre grezze, ed è un piacere scovarli e seguirli.

        Piace a 1 persona

  2. Probabilmente ai ragazzetti 15enni di oggi non piacciono i tacchi, ma perché non hanno capito niente dalla vita. Proviamo a chiedere a un 25enne qualsiasi se non gli piacciono le donne coi tacchi!! Non scherziamo!

    "Mi piace"

      1. Secondo me tutto dipende da come le indossi… perché se poi ci cammini su come fossi un incrocio da un bradipo ed un rinoceronte col mal di stomaco, sono meglio gli anfibi

        "Mi piace"

      1. Ahahahah!!! Ottimi anche lì… Comunque, tornando al focus del discorso che non era certo “tacchi sì, tacchi no”, dopo anni di esperienza in campo musicale l’essere giudice penso sia un’evoluzione naturale, no?! Abituati!

        Piace a 1 persona

  3. Fantastica notizia!
    Peccato che io se non metto i tacchi o comunque una zeppa i ragazzi che mi piacciono rischiano di investirmi. Perché da genio quale sono mi piacciono solo i tipi alti circa uno e ottanta, ma io sono poco più di uno e sessanta… 😉
    Mchan
    Ps: complimenti per l’iniziativa!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...