Da qualche anno si sta diffondendo l’abitudine di auto prescriversi una dieta che privi la propria alimentazione dell’olio di palma di turno.

Non sto parlando di persone che hanno effettive allergie e/o intolleranze, ma di quelle che, per seguire uno stile di vita sano (secondo loro), depennano alimenti dal proprio menù.

E se prima era il latte a colazione, ora si elimina interamente il lattosio. A ruota è stato eliminato il glutine, ridotti i carboidrati, additata come assassina la carne rossa, piena di nickel l’insalata verde, coi pesticidi le verdure cotte. E così vai di bio, ma la frutta ha troppo fruttosio, quindi è meglio mangiarla con moderazione.

Di pizza e lasagne nemmeno a parlarne, sono veleno.

Poi è meglio diventare tutti un po’ vegani, perché essere vegetariani è roba dell’altro secolo, anzi, millennio. Vegano è meglio.

Non ti puoi neanche più annegare nell’alcool, perché ha il glutine. E allora che fai?

Io mi mangio felice la Nutella che c’ha l’olio di palma.

Annunci