Qualche anno fa, nel 2009, stavo facendo un gioco su facebook in cui immaginavo di essere il Presidente del Mondo e organizzavo il mio staff.

Rileggendo la nota mi chiedo: chi è Mauro? Boh…
Ma perché, quando mi trovo a rileggere cose vecchie, mi saltano addosso nomi di persone che non ricordo nemmeno che siano entrate a far parte della mia vita? Non capisco…


Scrivo questa nota a titolo di riepilogo dei ruoli chiave assegnati finora nel mio futuro staff presidenziale:

Chiara: psicologa noncné dama di compagnia (basta non farle mettere mano alla musica)
Mario: giardiniere, con la sua esperienza in Farmville quale miglior ruolo?
Cristian: portaborse… infondo qualcuno deve pur lavorare! e lui è sicuramente una persona molto informata e con le idee chiare su ciò che succede intorno a noi
Giovanni: candidato amante nr. 1… la tenuta sarà costruita tipo casa delle concubine di marrakech (anche Chiara, in quanto dama di compagnia, potrà attingere al patrimonio presidenziale)
Mara: in quanto conoscitrice dei miei complessi gusti culinari, è stata nominata responsabile dei menù con facoltà di assaggio
Marco: tecnico delle luci, ovvero colui che cambia le lampadine della tenuta
Valentina: amica di shopping, ovvero colei che accompagnerà il presidente in giro per negozi
Massy: braccio destro
Stefania: mini me (mansionario da definire)
Greta: usciere detta anche portinaia
Mauro: coordinatore del personale. Si occuperà di gestire dal punto di vista operativo le carte di credito, sarà un profondo conoscitore del sistema retributivo e sarà il referente unico per qualsiasi lamentela o richiesta da inoltrare al presidente o ai suoi stretti collaboratori
Ernestino: reclutatore

Man mano che i ruoli si definiranno, questo post verrà aggiornato.

Grazie a tutti per la collaborazione P.S. Penso che la psicologa avrà bisogno della collaborazione di uno psichiatra veramente capace.

SISTEMA RETRIBUTIVO PER IL PERSONALE DELLO STAFF
Ci ho pensato a lungo e l’unica soluzione soddisfacente è un sistema retributivo-incentivante-variabile. Ogni membro dello staff presidenziale verrà fornito di una carta di credito a plafond variabile su base mensile, il cui importo di partenza è per tutti pari a 2mila €.

La psicologa e il braccio destro, alla fine di ogni mese, prenderanno visione dell’estratto conto di ogni singolo soggetto e daranno un voto per le due categorie principali (“abbigliamento e accessori” e “tecnologia e digitale”) e voto generale al comportamento di spesa. La somma di questi tre voti (scala da 1 a 10) potrà fare, logicamente, al massimo 30.

Il punteggio totale ricevuto, dovrà essere moltiplicato per il plafond disponibile per il mese in corso e diviso per 18 (la sufficienza, per intenderci). Così si otterrà la proposta di plafond utilizzabile per il mese successivo.

Queste proposte verranno analizzate dal Presidente che potrà, per giustificati meriti personali, attribuire a ciascun membro dello staff ulteriori massimo 9 punti (pari ad un agente moltiplicativo di 0,5).

Stabilito definitivamente l’agente moltiplicativo finale, si otterranno i nuovi plafond spendibili.

Facciamo un esempio.

Il nostro caro Giovanni prende 10 nella spesa per abbigliamento, ma è scarsino nella tecnlogia (5). In generale, però, gli vengono assegnati altri 8 punti. Si presenta al cospetto del Presidente con un borsellino di 23 punti (2,5mila € c.a). Il Presidente, valutando la sua attività di amante e il suo rendimento in questa e altre attività collaterali, decide di assegnargli altri 5 punti. In questo modo 23 + 5 = 28, quindi:

2000 * 28 / 18 = 3.111,11

Esempio 2

Marco spende in maniera insoddisfacente in abbigliamento e tecnologia, prendendo 3 e 4 punti. In generale idem, non arriva neanche alla sufficienza (5). Il suo bottino è di soli 12 punti.

Il Presidente si rende conto che questo mese non si sono fulminate lampadine, quindi tutto sommato Marco non ha lavorato e non si è neanche dedicato ad attività utili agli altri collaboratori, quindi gli assegna altri punti. Quindi:

2000 * 12  / 18 = 1.333,33

Il mese successivo Giovanni partirà da oltre 3mila € mentre Marco da soli milletrecentotrentatre/33 e queste saranno le nuove basi per i nuovi calcoli.

Logicamente i punteggi da attribuire alla psicologa e al braccio destro verranno decisi in concerto con il Presidente.

Tutto chiaro?

Annunci