Sono ritornata a casa domenica con un nuovo bagaglio di esperienze.

Il Festival di Sanremo da “addetto ai lavori”, anche per chi lo fa per gioco come me, è stancante. Ore di sonno troppo poche, di carboidrati troppi tanti (ci siamo nutriti a pizza e hamburger + tisana al finocchio per digerire).

Ma è stato bello e ne è valsa la pena.

Ho avuto modo di partecipare alla round table (intervista di gruppo con Sergio Sylvestre).

Assistere allo showcase di Paola Turci.

E a quello per strada di Clementino.

Sabato mattina, poche ore prima della proclamazione del vincitore, ho fatto le riprese video dell’intervista a Francesco Gabbani.

In sala stampa gli eliminandi hanno cantato la loro cover o ce l’hanno fatta ascoltare. Chi su base, chi a cappella. Qualcosa mai fatto in TV.

Avevo puntato su Gabbani per la vittoria finale…

…ma ho scoperto un Clementino grande intrattenitore. Uno che si è fatto le ossa come capo animatore nei villaggi turistici, un uomo di spettacolo, non ho rapper.

Un viaggio speciale quello a Sanremo.

Annunci