Non ho mai pensato di buttare i vecchi diari.

Ho sempre amato scrivere e, nel 1995/96 i blog non erano cose per tutti. Forse non c’erano neanche e noi ragazzi avevamo la Smemo dove condividere con noi stessi i nostri pensieri.

Ci attaccavamo di tutto (già ne avevo parlato qui) e, con il passare delle settimane, cresceva cresceva cresceva.

Non ho mai pensato di buttare i vecchi diari, ma neanche di riaprirli. Fino ad oggi.

Nel settembre 1995 stavo per iniziare il secondo anno di Università… questo era l’orario delle lezioni del I° semestre:

Non è che lo capisca molto questo orario, ma mi sembra che le lezioni di Statistica si sovrapponessero a quelle di inglese. Iniziavo quasi sempre alle 10.30 (ah, ecco come facevo ad uscire tutte le sere!) e avevo lezione al pomeriggio solo due volte a settimana e neanche per tutto il semestre. Che bella vita!

Traduzione delle materie: Economia & G.I. dovrebbe essere Economia e Gestione delle Imprese. Non ho idea di quale fosse il programma di quell’esame. Non ho idea di quanto abbia preso all’esame. Ma probabilmente ci arriveremo.

Ma i miei pensieri quali erano? I jeans!

Avevo una vera e propria fissa per i jeans. Erano il capo culto per i ragazzi degli anni ’90. Dovevano essere rigorosamente Levi’s 501, ma, a differenza dei fighetti, per noi era da sfigati avere quelli che costavano 100€. Noi dovevamo avere gli Irregular e ci facevamo ore di tram e metropolitana per andarli a comprare a Rozzano o in Piazzale Corvetto.

Tutto, pur di non pagarli a prezzo pieno ed essere derisi dagli amici!

Alla faccia di quelli che credono che gli universitari iniziano le lezioni a novembre, io ricominciavo a metà settembre…

A settembre stavo ancora bene, ero quasi “normale” nei miei 19 anni (quasi 20).

 

Annunci