La vita da donna è faticosa. Al di là delle cose serie che riguardano la gestione della famiglia, della casa e del lavoro (per il quale il nostro stipendio medio, a parità di ruolo e responsabilità, è inferiore del 30% rispetto a quello dei maschietti), ci sono altri aspetti, magari meno importanti, ma che rendono allo stesso modo la vita delle donne decisamente difficile.

Vediamo i primi 12.

# Se sei maschio, non litighi con gli amici. Ti bevi una birra.

Fin dall’infanzia, la vita delle femmine è caratterizzata da litigi per cose non dette, supposte, mezze frasi e intenzioni. Litighi con le amiche senza sapere il perché.
Se sei maschio, a parte per il calcio, con gli amici non ci litighi e non c’è niente che una birra non possa risolvere.

# Se sei maschio, hai 3 paia di scarpe per ogni stagione.

Noi femmine siamo fissate con le scarpe. Ne abbiamo armadi pieni: stivali, tacco alto, tacco medio, tacco basso, niente tacco, chiuse, aperte, open toe, sandali, tronchetti, sneakers, ciabattine.
Se sei maschio hai un paio di scarpe eleganti, un paio di scarpe sportive e le ciabatte. A volte, ma non è necessario, queste scarpe possono avere la variante estiva e invernale.

# Viaggi davvero light

L’incubo di ogni donna è far stare i vestiti di due settimane di vacanza nei 15 kg imposti come limite da quegli incoscienti delle compagnie aeree. Tutti maschi, è certo.
Se sei maschio, in valigia metti le ciabatte, due costumi, tre mutande, due magliette, due pantaloni corti e lo spazzolino da denti. A dentifricio, shampoo e bagnoschiuma ci pensa la tua fidanzata. Se viaggi con gli amici, li comprate lì.

# Prodotti da bagno

Nel box doccia di una donna c’è: shampoo, balsamo, crema per i capelli, docciaschiuma, crema idratante, scrub, maschera, idratante, rasoio, detergente intimo.
Nel box doccia di un uomo c’è un docciashampoo o un bagnoschiuma che va bene per tutto.

# Telefono

Se sei femmina, devi tenere nota delle telefonate ricevute per ricambiarle alla giusta cadenza per non ricadere al punto uno. Inoltre, se una telefonata dura meno di 40′, c’è qualcosa che non va.
Se sei maschio, ti stai ancora chiedendo a cosa servano i 1000 minuti di telefonate che ti ha dato il tuo operatore telefonico, visto che a fine mese ne hai ancora 980.

# Social Network

Se sei femmina, litighi con le amiche anche per quello che pubblicano sui social.
Se sei maschio, sui social commenti i risultati sportivi.

# Vacanze

Se sei femmina, per organizzare le vacanze, devi prendere una laurea almeno in ingegneria biogenetica per calcolare correttamente il tempo di ricrescita dei peli, pianificare le cerette ed il tutto va incastrato con “il ciclo”, perché non puoi andare al mare proprio in quella settimana ma neanche dall’estetista a farti depilare l’inguine con il filo del tampax penzolante.
Se sei maschio, una settimana vale l’altra.

# Cellulite e pancia

Se sei femmina, hai la cellulite.
Se sei femmina, passi la tua vita a lottare con la tua pancia.

Se sei maschio, geneticamente non sei predisposto per la cellulite.
Se sei maschio e hai la pancia, per alcune sei più affascinante.

# Capelli

Se sei femmina, al primo capello bianco, inizi a provarne di ogni colore per nasconderlo e, dopo qualche anno, non ti ricordi nemmeno più com’era la tua chioma.

Se sei maschio e hai i capelli, quando diventano brizzolati, sei nuovamente più affascinante.

# Multitasking

Se sei femmina, devi dimostrare in ogni momento che, visto che sei donna, sei in grado di fare più cose contemporaneamente.

Se sei uomo, fai una cosa per volta, tanto tutti lo sanno che i maschi sanno fare una cosa per volta.

# Shopping e cambiare vita

Se sei donna e vuoi dare una sferzata di cambiamento alla tua vita, vai dal parrucchiere e fai razzia nei negozi del centro commerciale fino a raggiungere il massimale della tua carta di credito.

Se sei uomo e vuoi cambiare vita, la carta di credito non la tocchi neanche, fai un finanziamento a 5 anni per comprarti la moto. Ora la tua vita è cambiata: hai i debiti e la moto non la usi perché piove sempre.

# Gambe pelose, faccia pelosa… sopracciglia ad ala di gabbiano

Se sei un uomo degli anni ’90, se hai i peli sulla schiena, petto, pancia, gambe e hai pure il monosopracciglio, te lo tieni così com’è, perché sei un maschio degli anni ’90.

Se sei un maschio del 2016, coi tuoi amici parli di metodi di epilazione e di quanto male fa fare la ceretta. Ti fai le sopracciglia, ma non solo per renderle due uguali e distinte, no, te le fai ad ali di gabbiano come Catherine Zeta Jones. Solo in faccia ti fai crescere i peli, proprio da dove sarebbe il caso te li togliessi.

Andate avanti voi?

L’immagine di copertina è tratta da una campagna pubblicitaria di Intimissimi del 2014.

 

Annunci