Ammettiamolo ragazze, i nostri NO non sono tutti uguali e, quando i maschietti ci accusano di dire “no” intendendo “sì”, non hanno tutti i torti.

Ma non tutti i NO sono uguali.

C’è il NO tassativo, che è un NO e basta inappellabile e qui c’è poco da spiegare.

C’è il NO che sottintende: “Ti sto dicendo no perché voglio che me lo richiedi una volta”.

C’è il NO che sottinende: “Ti sto dicendo di no perché voglio che insisti un po’”.

C’è il NO che ti dico perché dovevi insistere e non l’hai fatto ed ora te la faccio pagare.

C’è il NO che ti becchi se hai scambiato il NO tassativo per quello che sottintende che me lo devi richiedere.

C’è il NO che se insisti ancora un po’ diventi uno stalker.

C’è il NO che non te lo dico e ti fulmino con lo sguardo. E questo è il peggiore.

Quale ti sto dicendo? Compito tuo scoprirlo…

 

Annunci