Dopo l’imbarazzante tag sulla mia inesistente beauty routine (LINK), ho deciso che devo metterci un po’ di impegno e fare, almeno una volta al mese, una maschera di qualsiasi tipo. Che sia purificante o idratante è ok, purché dia un po’ di tregua alla mia faccia.

Così ho aperto la mia scatola dei campioni chiamata “pulizia viso” e ho scelto di provare la maschera peel off al cetriolo di Montagne Jeunesse.

Si tratta di prodotti vegetarian friendly e cruelty free.

Le loro maschere hanno prezzi decisamente accessibili, circa 1€ ognuna e si possono acquistare anche su Amazon.

Questi gli ingredienti della maschera peel off al cetriolo che ho utilizzato io.

Le maschere peel off sono molto divertenti, perché è bellissimo staccarle dalla faccia e cercare le impurità appiccicate al prodotto, ma c’è sempre il rischio che facciano parte di quelle che non si staccano bene.

L’ho lasciata in posa circa 20 minuti (forse erano anche 30′ perché stavo finendo un articolo del blog) e alla fine mi sentivo la faccia semi-paralizzata.

Infatti mi è stato sufficiente fare qualche smorfia per trovare un lembo da tirare e con cui ho staccato tutto il prodotto dal mio viso.

A parte i pezzi che si sono appiccicati ai capelli e alle sopracciglia, è stato facile toglierla e i residui li ho tolti con l’acqua micellare.

Ora scusate ma devo andare, ho il viso morbidissimo e non riesco a togliermi le mani di dosso!

 

Annunci