Nel 1998 uscì Sliding Doors con protagonista una giovane Gwyneth Paltrow.

L’idea del film era molto semplice: può esserci un momento banale nella vita che condiziona inevitabilmente il futuro? L’evento banale in questione era riuscire a salire sulla metropolitana mentre le porte scorrevoli (da qui il titolo) si stanno chiudendo, oppure perderla e salire sul mezzo successivo innescando una serie di eventi differenti a seconda che si verifichi l’ipotesi A o la B.

Dopo averlo visto, mi sono sempre chiesta: qual è stato il mio momento sliding doors?

Io credo che per me sia arrivato subito, il giorno stesso della mia nascita perché io non dovevo arrivare in quel momento.

Ero annunciata per la metà di gennaio del 1976 e, invece, decisi di salutare il mondo 2 settimane prima. Niente di strano, cose che succedono, ero già grandicella (sono nata di 3,5 kg), peccato che, nel mio caso, tra il 15 gennaio e quel paio di settimane prima ci caschi un anno di differenza. E così Oriana venne al mondo alle 8.30 di mattina del 31 dicembre 1975.

Così iniziò la Scuola Materna nel settembre del 1978 (anziché nel 1979), le elementari nel 1981 (anziché nel 1982), le medie nel 1986 e si iscritte a Ragioneria nel 1989, diplomandosi nel 1994. Poi l’Università (da qui in poi quell’anno non fece più la differenza).

Se fossi nata anche solo 16 ore dopo, non avrei conosciuto gran parte delle persone che oggi conosco, probabilmente farei anche un altro lavoro.

Ecco, io credo di aver vissuto il mio primo momento Sliding Doors quando ho deciso di uscire dalla pancia di mia mamma!

Leggi anche… “Happy Birthday to me

Annunci