Il 2015 è appena finito, ma gli strascichi del riconoscibile e celebre stile italiano sono ancora qui, ben saldi sul mio smartphone.

E così, prima di dare il via alle danze del 2016, ecco cosa abbiamo osservato per strada durante lo shopping natalizio.

Era il weekend di Sant’Ambrogio o, come è più conosciuto, il Ponte dell’Immacolata quando Letizia, in vacanza in Toscana, mi mandava questa foto:

Pellicciotto fuxia, pantaloni, quelli che vanno di moda quest’anno, corti e larghi neri fiorati in tinta con il capospalla. La cosa migliore di questa foto è il parquet.

Questa foto arriva da Laura e, in sé, la signora non è vestita male. Colori e stile sono perfetti, peccato che si sia dimenticata di essere una over 60 (anche 70 oserei dire), a meno che non ti voglia candidare come G.I.L.F. (= Granny I’d Like to Fuck).

Qui mi viene da ridere. In metropolitana ho fotografato la signora nel cerchio grande, quella coi pantaloni grigio melange tipo tuta e poi, mentre sistemavo i colori, mi sono accorta della tizia sullo sfondo coni jeans con gli spacchi come quelli che si usavano a metà degli anni ’90!

Nel caso qui di seguito, sempre frutto della Metropolitana Milanese, il problema non sono i singoli elementi dell’abbigliamento, ma neanche l’abbigliamento nel suo complesso. Il problema è il portamento ragazza mia! Non si può portare una borsa fashion come la O-Bag come fosse lo zaino dei boy scout dopo 3 giorni di tracking sul Monte Bianco!

Si potrebbe iniziare mettendo entrambi i manici sulla spalla…

No comment sui Dr Martens muccati.

Rimanendo in tema animalier, ecco la proposta dicembre 2015 di Tiziana: la signora che, per portare il cane a passeggio, cerca di mimetizzarsi con le foglie dell’autunno milanese!

Il centro di Milano (e ringrazio Valentina) offre sempre strepitose opportunità. Ecco il poncho adatto a tutte le stagioni! Se poi ha le frange, è perfetto anche da mettere sul letto nelle fredde notti invernali. Un capo per tutte le occasioni, insomma.

Questa signora sta entrando in banca, una filiale di Intesa San Paolo (secondo me sta andando nella filiale dove lavora Tiziana) con un cappello a cono tipico della cultura asiatica, simile a quelli che regalavano all’Expo.

Ed ecco un ‘altra Pink Lady della serie il rosa confetto non ha età!

Nemmeno i maschietti sono immuni al nostro occhio attento e Arianna ha immortalato questo signore certamente molto originale che, oltre a risvoltare i pantaloni in perfetto stile hipster, ci ha aggiunto un tocco di colore.

L’ultima proposta del mese è una di quelle persone che ci credono, quelle che sono convinte di essere fighe e fashion fino infondo. Lei si stava alzando dal suo seggiolino giallo della M3 di Milano con il suo anello d’acciaio degno di Jeeg, con il suo pellicciotto sintetico che verrebbe approvato anche dal più radicale degli ecologisti (chissà quanto si inquina, però, per produrlo), i jeans strech come si usano adesso e le scarpe stringate, anch’esse all’ultima moda. Borchiate, per comunicare la propria anima rock.
Compleano il look lo smalto rosso scuro (anche se quest’anno le unghie si usano nude ma curatissime) e la shopper.
Tutto insieme? Non mi convince… eppure, scarpe a parte, non saprei dirvi come mai… forse era solo troppo convinta di sé che mi ha fatto venire in mente di immortalarla per il mio blog per consigliarle di rilassarsi un po’.

Annunci